Sopra Felice Scaringi fondatore della Fratellanza Fiorentina Onlus consegna al Dott. Paolo Scarsella la targa ricordo della donazione. Sulla destra Lorenzo Migliozzi Presidente del LIONS Club di Poggio Imperiale di Firenze.

FRATELLANZA FIORENTINA ONLUS 2018

“Progetto TERAPIA DEL DOLORE” 

Venerdì 25 maggio, nel corso di un galà al Ristorante La Loggia al Piazzale Michelangelo, il Presidente Lions Club Firenze Poggio Imperiale Lorenzo Migliozzi  e il Presidente della  Fratellanza Fiorentina Onlus Michele Polacco in rappresentanza del Grande Oriente d’Italia e della FISM hanno organizzato una grande serata per la donazione del “Progetto Terapia del Dolore” presentato all’ultima Gran Loggia a Rimini.

 Il fondatore della Fratellanza Fiorentina Onlus, Felice Scaringi, ricordando la storia della Fratellanza, ha consegnato una targa a ricordo della donazione  al Dott. Paolo Scarsella, (nella foto)responsabile medico del Centro Multidisciplinare di Terapia del Dolore dell’Ospedale Piero Palagi - IOT e responsabile regionale AISD -Associazione Italiana Studi sul Dolore.

Entro il 30 luglio-ha spiegato il presidente della Fratellanza Fiorentina, Michele Polacco, consegneremo al reparto dell’IOT un macchinario della ditta Alnitec, per la somministrazione ottimale delle terapie del dolore a base di ossigeno e ozono, grazie al quale il reparto del Dottor Scarsella sarà in grado di eseguire i propri programmi di leniterapia su pazienti affetti da ernia discale ma non solo in quanto il macchinario servirà per interventi riguardanti anche Angiologia – Artropatie – Chirurgia – Dermatologia Ginecologia
Malattie intestinali - Malattie virali – Neurologia – Odontoiatria-Oncologia - Sistema Immune – Urologia - Medicina Estetica. L’apparecchio è capace di generare una perfetta miscela di ossigeno e di ozono, che nell’ambiente sterile di una sala operatoria viene imprigionato in una siringa e immediatamente  iniettato nel disco intervertebrale o vicino alla radice nervosa, sotto procedura radiologica. 

Un centinaio di soci del  Lions Club Firenze Poggio Imperiale e della Fratellanza Fiorentina Onlus hanno aderito alla serata auspicando di poter ripetere una collaborazione mirata alla solidarietà.

Fratellanza Fiorentina Onlus 2017

La felicità di aver raggiunto un altro grande obbiettivo. Oggi abbiamo donato all'Ospedale Palagi di Firenze due saturimetri. Felicissimo il Prof. Walter Castellani del reparto di Fisiopatologia Respiratoria del Palagi che li aspettava da tempo!!!

Fratellanza Fiorentina ONLUS 2017

Ieri abbiamo donato un apparecchio medicale "Plicometro" al reparto di diabetologia dell'ospedale Meyer. Un grazie alla Dott.ssa Sonia Toni per la preziosa collaborazione.

Fratellanza Fiorentina ONLUS 2017

Consegna Avvenuta del Progetto LIFESTART

E' finita con successo una raccolta di fondi per l'Ospedale di Firenze San Giovanni di Dio - Torregalli per un progetto innovativo che riguarda l'acquisto di un macchinario, così detta "isola", che permetterà ai bambini nati prematuri di rimanere collegati tramite il cordone ombelicale alla madre.L'OMS ritiene che questa procedura andrebbe praticata, nei limiti del possibile per tutte le nascite. Il taglio tardivo del cordone ombelicale, o clampaggio, significa consentire un maggior apporto di sangue fetale dalla placenta al bambino e più sangue significa una maggiore quantità di ferro disponibile per il neonato.

Per una Vostra Donazione:

Fratellanza Fiorentina Onlus 

iban IT84Y0832537901000000101141

o presso il maestro di casa in Firenze Borgo degli Albizi, 18.

Per informazioni email:fratellanzafiorentina@virgilio.it-Telefono 3357310600

Felice Scaringi fondatore della Fratellanza Fiorentina Onlus consegna la targa ricordo della donazione del progetto LIFESTART al Prof. Marco Pezzati Direttore del reparto di neonatologia dell'ospedale San Giovanni di Dio a Firenze.

FISM e Fratellanza Fiorentina Onlus per la solidarietà sul territorio.

La Fism, Federazione Italiana di Solidarietà Massonica,  fortemente voluta dal Gran Maestro Bisi e dal Gran Maestro Aggiunto  Sergio Rosso, che la presiede, è stata costituita il 19 novembre 2014, per operare  a supporto delle organizzazioni che si riconoscono nei valori della Massoneria e del Grande Oriente d’Italia e persegue finalità benefiche e umanitarie a sostegno dei più deboli. La Fratellanza Fiorentina Onlus fa parte di questa federazione.

SCOPO: La Fratellanza Fiorentina è un'associazione di volontariato - apolitica, non religiosa e senza finalità di lucro, che opera per offrire solidarietà sociale, aiuto ed assistenza alle persone svantaggiate ed ai loro familiari, in particolare se ammalati, appartenenti prevalentemente alla Comunità massonica del Grande oriente d’Italia, promuovendo inoltre la realizzazione di progetti culturali d'interesse sociale.

BREVE  STORIA: Era l’anno del venerabilato del fratello Felice Scaringi e nel programma tracciato,  vi era anche in generale l’idea di occuparsi dell’assistenza ai malati. All’epoca presidente del  collegio era il fratello Mario Garoni il quale condivise l’iniziativa, consigliando  di rivolgersi al fratello Alfredo Perioli, passato all'Oriente Eterno,  che gia’ operava  con un comitato assistenza malati a La Spezia  con ottimi risultati.  Piace ricordare il fratello ALFREDO PERIOLI  come un uomo con un profondo senso di umanità, che ha dato tantissimo sempre con sentita e sincera partecipazione verso i problemi degli altri. Alla  richiesta rispose offrendo lo statuto e tutta la sua esperienza.  Era un fine anno dei primi anni ’90 e si scambiavano i rituali auguri per il nuovo anno. Alcuni fratelli si domandarono se non era il caso di studiare un “qualcosa” che potesse dimostrare la solidarietà tangibile verso il fratello in eventuale difficoltà. Nacque così il “Comitato per l’assistenza al malato per la Toscana”. Promotore principale fu il fratello Felice Scaringi. La nascita del sodalizio fu sostenuta con grande compiacimento dai fratelli. Ne furono partecipi i Fratelli Gino Ruggini e Danilo Bindi, passati all'Oriente Eterno,  Mario Garoni, Luigi Neri e  Gaspare  Navetta.

Mi astengo dal citare nomi di fratelli e logge, sarebbero tantissimi, che si sono distinti e si distinguono per l’attaccamento a questo sodalizio, faccio un nome per tutti:Il fratello Giovanni Lotti, grande esempio di generosità, umanità e altruismo, passato nelle Valli Celesti.

L’attività’ fu divulgata ed ottenne da subito ottimi risultati. Uno dei principali fu questo: durante la guerra civile in Ruanda dei primi anni 90,  guerra che fu di una ferocia inaudita e che portò ad un vero e proprio genocidio suscitando orrore e risonanza mondiale, entrammo in contatto con i Padri Rogazionisti del luogo.  La violenza di quella guerra civile non risparmiava né i grandi né,  detto con orrore,   i bambini  i quali trovavano rifugio proprio presso i Padri Rogazionisti. Furono proprio i Padri Rogazionisti della sede di Roma a lanciarci una richiesta di aiuto. In un primo momento si trattava di noleggiare un aereo per portare in Italia circa 300 bambini, dopo una settimana i bambini erano diventati 800. C’era, inoltre, come necessità prioritaria, anche procurare loro medicinali e materiale vario per le medicazioni e per il primo soccorso. Il Comitato del malato si attivò  con profondi sentimenti di partecipazione, e, attraverso il Fratello Guido D’Andrea, passato all’Oriente Eterno, si  ottenne  tutto quello che serviva. Il fratello Felice Scaringi poi personalmente  con un grosso furgone partì per  consegnare tutto il materiale a Roma direttamente alla Curia dei Padri Rogazionisti con sede in Via Tuscolana con l’intercessione dell’Istituto Antoniano di Firenze Via Dannunzio 153. La commozione fu tanta.   Ci fu la necessità di occuparsi d’un amico al quale avevano diagnosticato un tumore alla testa. Dopo aver consultato vari chirurghi, decise di farsi operare nell’ospedale di Verona. Durante  il viaggio da Firenze a Verona, mosso dalla paura e dall’incertezza dell’esito dell’operazione e delle cure che stava per intraprendere, si confidò  raccontando la sua vita come in una sorta di diario conclusivo di un’esistenza.  Ascoltata la sua confessione pensando che, data la gravità della sua situazione, non ce l’avrebbe  fatta. Invece dopo circa 2 mesi fu riabbracciato a Firenze dal fratello Scaringi. In quell’abbraccio, che ancora oggi viene ricordato, si ritrova tutto il senso di quell’ impegno.

 L’attività assistenziale continuò  per diversi anni. Non avendo la possibilità di avere una sede propria, tutta l’attività veniva svolta nell’ufficio dello stesso fratello Scaringi in Via Orazio Vecchi a Novoli. Nel 2004 la sede venne spostata nella zona di Campo di Marte in Viale Ed. De Amicis, ma non potendo sostenere le spese, fu spostata nell’attuale sede di Borgo Albizi 18, dove trovasi tutt’ora.

Nel 2006-2007 fu pensato di cambiare denominazione e ampliare il raggio di assistenza unendo nelle finalità anche gli ambiti culturali, con  sviluppo di nuove iniziative anche di carattere sociale, culturale e assistenziale. musicale, di spettacolo, sostegno alle famiglie, assegnando ad alcuni componenti il Consiglio una branca di attività. Ovviamente è rimasto il Comitato del Malato che prosegue la sua funzione. Sempre nel 2006 è stato redatto e registrato un nuovo Statuto compatibile con le normative esistenti e acquisita la forma giuridica di Organizzazione non lucrativa di utilità sociale.

Venne promossa così la denominazione di Fratellanza Fiorentina O.N.L.U.S. con l’adesione numerosa di  diversi fratelli e sorelle dei Capitoli delle Stelle d’Oriente.

Il principio è: AIUTACI AD AIUTARE 

LE RISORSE  FISICHE:

Per poter operare l’associazione ha bisogno dell’aiuto volontario dei fratelli che si adoprano nell’espletamento delle varie mansioni. Tutto a titolo di volontariato.

LE RISORSE  ECONOMICHE:

Per poter operare nella beneficenza le risorse vengono:

-Dalle quote associative

-dalle donazioni personali (1 € è già una cifra) anche di privati

-dalle donazioni delle Officine

-dai contributi del G.O.I.

-dai contributi del Consiglio dei MM.VV.

Dal 5 x mille dei contribuenti citando nell’apposito spazio della denuncia dei redditi, CUD, UNICO, 730, il C.F. 94032030481.

Come previsto dallo statuto l’assemblea dei soci si riunisce una volta all’anno per deliberare e approvare il bilancio consuntivo e quello  preventivo con relazione dei sindaci revisori che riferisce all’agenzia delle entrate. 

Fratellanza Fiorentina onlus vicino a chi è in difficoltà e vicino ai giovani

Come da tradizione e da impegno del sodalizio, i soci della Fratellanza Fiorentina onlus, l'associazione animata dai Fratelli di Firenze e dalle esponenti dell'Ordine della Stella d'Oriente, anche quest'anno stanno cercando di venire incontro alle difficoltà che in molti stanno attraversando. Sono state messe a disposizione un numero cospicuo di tessere pre-pagate anonime di una catena di supermercati alimentari da distribuire a coloro che versano in difficoltà. L'iniziativa è realizzata nella più assoluta riservatezza a garanzia della privacy di coloro che versano in stato di bisogno e che sono oggetto dell'intervento solidaristico. L'associazione ha anche attivato rapporti con l'Istituto di Istruzione Superiore Leonardo da Vinci di Firenze attivo dal 1865 in città e che ha formato e continua tutt'oggi a formare migliaia di giovani, per dotarlo di una serie di strumenti informatici utili alla didattica. In particolare sono state attrezzate tre aule con lavagne multimediali, e personal computer. Tre classi di studenti, al rientro dalle vacanze natalizie, hanno avuto la sorpresa di trovare questi strumenti nelle loro aule. Le iniziative dell'associazione sono rese possibili grazie all'impegno degli associati, alla sensibilità dei massoni e delle 'stelle d'oriente' e alla destinazione del 5x1000. Negli ultimi anni sono oltre dieci le iniziative dell'associazione, si va dall'ambito solidaristico a quello culturale con iniziative di grande pregio.

INIZIATIVE  PORTATE AVANTI NEGLI ULTIMI ANNI

Ambito Arte e cultura

- Restauro stele bronzea di G.Dolfi e G. Garibaldi in via Borgo San Lorenzo

- Restauro Statua dell’Aurora al museo d’arte moderna di Palazzo Pitti

(in collaborazione Consiglio MM.VV. Firenze)

- Contributo per la realizzazione del  libro “Il Palazzo dei Visacci” ed. Polistampa

- Contributo per la realizzazione del libro “ I massoni per le vie di Firenze” ed. Betti

Ambito solidarietà

-  Arredo di due  appartamenti a Rovezzano da destinarsi alle famiglie dei ricoverati all’ospedale Meyer

- Contributo al dopo scuola per bambini figli di extracomunitari al Galluzzo

- Circa cento tessere pre-pagate per acquisti presso la catena Esselunga  2014 e 2015

- Iniziativa per “l’emergenza freddo” n.40 sacchi a pelo per clochard

in collaborazione Consiglio MM.VV. Firenze e R.L. Avvenire

- Contributo al figlio di un carabiniere aggredito e ferito a  Siena

tramite l’Opera Nazionale Carabinieri

    - Donati n.10 sacchi a pelo donati alla Fratellanza Militare di Firenze

per le attività di emergenza- protezione civile

- Contributo alla donazione da parte del Consiglio MM.VV. di Firenze all’Associazione Nazionale Tumori di una Fiat Panda

Ambito Scuola

-          Realizzazione di due aule multimediali all’Istituto scolastico Leonardo da Vinci di Firenze

Varie

-          Concerto sull’arengario di Palazzo Vecchio con la Filarmonica Rossini

nel 200° della nascita di Giuseppe Garibaldi

-          Spettacolo musicale  nel 150° Unità d’Italia al teatro Odeon con l’artista Riccardo Marasco

Associazioni sostenute dal GOI

Il Grande Oriente d'Italia sostiene costantemente alcune importanti associazioni di volontariato che operano, a vari livelli, nella società e che attraverso l'opera di tanti Fratelli contribuiscono ad alleviare le sofferenze dei più disagiati.  Tra quelle qui sotto elencate non ha ispirazione massonica solamente la “Fondazione Rita Levi Montalcini”, ma non per questo il sostegno della Comunione è mancato. Invitiamo tutti, per quanto è in loro possesso, a sostenere le attività di queste associazioni. Basta poco: anche il più piccolo aiuto può accendere un sorriso in chi soffre, in quel nostro fratello meno fortunato.

Ad Arezzo in particolare sta crescendo un' iniziativa molto importante, con grande successo e riconoscimento dei cittadini. Per questo la segnaliamo prima delle altre anche perché riguarda la nostra regione Toscana. Il  F.  di riferimento è Maurizio C. della  R:. L:. Dante Alighieri n. 627 O:. di Arezzo.

“Banco alimentare l’acacia associazione non lucrativa di utilità sociale ” con sede in Arezzo Via dell’Anfiteatro n. 15 CODICE IBAN C/C INTESTATO A IBAN: IT90D0572814104394571105616 PRESSO BANCA POPOLARE DI VICENZA FIL. AREZZO, PRATACCI, VIA F.LLI LUMIERE, 19. 

Altre iniziative di rilievo sono:

"Pane Quotidiano" distribuisce giornalmente pasti gratuiti e vestiario ai bisognosiViale Toscana 28, 20136 Milano (Banca Intesa B.A.V., Agenzia 21, Milano - C/C 6610122 - ABI 3001, CAB 1621)

"Società per gli Asili Notturni Umberto I °"offre accoglienza ed assisten­za ai senza tetto ed ai disagiati in genere Via Ormea 119, 10126 Torino (Banca San Paolo IMI, Sede Torino - C/C 119142 - ABI 1025, CAB 1100);

"Associazione Sergio Mammini"si occupa principalmente di sostenere le vedove e gli orfani bisognosi di fratelli  Piazza Vittorio Veneto 19, 10124 Torino (Banca San Paolo IMI, Agenzia 24, Torino - C/C 017831 - ABI 1025, CAB 1024);

"Associazione di Volontariato Ausonia"offre accoglienza ai familiari indigenti di bambini colpiti da gravi malattie che necessitano lunghe degenze ospedaliere Piazza Vittorio Veneto 19, 10124 Torino (Banca San Paolo IMI, Agenzia 18, Torino - C/C 120641 - ABI 1025 CAB 1018);

"Fondazione Rita Levi Montalcini"sostiene l'istruzione e la forma­zione culturale e professionale delle donne africane  Via Padova 1, 00161 Roma (Banca Popolare di Varese e Novara, Via Alessandria, Roma - C/C 010000 - ABI 5188- CAB 3200);

"Società Umanitaria"offre sostegno, lavoro ed istruzione in ogni settore della vita individuale e collettiva Via Daverio 7, 20122 Milano (Banca Popolare di Milano, Agenzia 21, Milano - C/C 042400 - ABI 5584 - CAB 1621);

"Associazione Piccolo Cosmo"offre accoglienza ai familiari dei malati lungodegenti  Via Cosmo 9, 10131 Torino (Unicredit Banca, Sede Torino - C/C 2564655 - ABI 6320 - CAB 1000).